Galileo Ferraris

Galileo Ferraris

150 parole,0,6 minuti di lettura,
Condividi
Articoli Correlati

Bicerin di scienza del 1 settembre 2020

Nomen omen: Galileo, a soli 22 anni, si laureò in ingegneria intraprendendo subito la carriera accademica. Ciò lo portò a evitare qualunque sfruttamento commerciale delle sue invenzioni: amava ripetere “sono un professore, non un industriale”.

La sua carriera è legata allo sviluppo dell’elettricità, cui contribuì creando due invenzioni che ancora oggi utilizziamo: il trasformatore e il motore asincrono. Nel 1884 organizzò la prima dimostrazione al mondo di trasmissione a distanza di energia elettrica in corrente alternata ad alta tensione.

Nel 1888 pubblicò la teoria del motore asincrono (un cilindretto di rame, sospeso nel campo magnetico rotante generato dalle bobine, si mette in movimento) ma nello stesso anno Nikola Tesla depositò negli USA cinque brevetti su questi motori.

Morì di polmonite a soli 50 anni.

Curiosità: a lui fu intitolato il primo liceo scientifico istituito a Torino (1923). La sua città natale cambiò il nome da Livorno Piemonte a Livorno Ferraris.