Benedetta Clotilde Lunelli

Benedetta Clotilde Lunelli

130 parole,0,5 minuti di lettura,
Condividi
Articoli Correlati

Bicerin di scienza del 7 luglio 2020

Benedetta fu la prima donna piemontese a conseguire il titolo di “doctor artium” a Torino nel 1714, discutendo in latino nella chiesa di S. Tommaso 23 tesi di metafisica, fisica e logica.

Nobildonna appartenente a un’antica famiglia di Cherasco, fu esortata a intraprendere gli studi dalla duchessa Maria Giovanna Battista di Savoia-Nemours, vedova di Carlo Emanuele II. Grazie alla protezione della famiglia reale entrò in numerose accademie italiane: divenne per esempio il primo membro femminile dell’Accademia dei Candidati di Torino con il nome di Protetta, e membro dell’Accademia degli Innominati di Bra con il nome di Ricoverata.

Curiosità: fu la prima donna a scrivere un componimento letterario di argomento bellico, L’ozio villereccio, in cui le ninfe Dafne e Amarilli celebrano le imprese militari di Eugenio di Savoia.